Menu & Search

Bollito – il Caffè

11 Dicembre 2011

Quando la cabala fa rima con la tavola. Se Babele è la confusione delle lingue, il bollito è la confusione delle linfe. Gli umori e i succhi vitali delle carni che si uniscono in un melting pot primordiale. Che sembra uscito da un’antica ricetta cabalistica. Sette, sette e ancora sette. Sette tagli di manzo, sette bagne e sette ammennicoli. Che nonostante l’apparenza non sono affatto superflui, ma come suggerisce la parola stessa, sono dei rinforzi. Irrinunciabili. Lingua, cotechino, cappone, rollata, coda, zampino e musetto. È l’abracadabra del bollito perfetto.

Avatar
admin
Related article
Articolo sulla convivialità per La Lettura del Corriere della Sera

Articolo sulla convivialità per La Lettura del Corriere della Sera

Quest’anno Natale non si è presentato come Dio comanda. Manca…

Gli artisti, tormentati e solitari perché animati dal soffio della genialità – il Caffè

Gli artisti, tormentati e solitari perché animati dal soffio della genialità – il Caffè

Domenica su IlCaffe Settimanale ho raccontato la storia di alcuni…

La giornata del cibo: L’illusione dell’Onu di cancellare in 10 anni la fame nel mondo – Il Mattino

La giornata del cibo: L’illusione dell’Onu di cancellare in 10 anni la fame nel mondo – Il Mattino

Una parte dell’umanità non sa come fare a mangiare. L’altra…

Type your search keyword, and press enter to search