Menu & Search

Bollito – il Caffè

11 Dicembre 2011

Quando la cabala fa rima con la tavola. Se Babele è la confusione delle lingue, il bollito è la confusione delle linfe. Gli umori e i succhi vitali delle carni che si uniscono in un melting pot primordiale. Che sembra uscito da un’antica ricetta cabalistica. Sette, sette e ancora sette. Sette tagli di manzo, sette bagne e sette ammennicoli. Che nonostante l’apparenza non sono affatto superflui, ma come suggerisce la parola stessa, sono dei rinforzi. Irrinunciabili. Lingua, cotechino, cappone, rollata, coda, zampino e musetto. È l’abracadabra del bollito perfetto.

Avatar
admin
Related article

In Svizzera domenica si vota: burqa sì o burqa no?

Articolo sulla convivialità per La Lettura del Corriere della Sera

Articolo sulla convivialità per La Lettura del Corriere della Sera

Quest’anno Natale non si è presentato come Dio comanda. Manca…

Gli artisti, tormentati e solitari perché animati dal soffio della genialità – il Caffè

Gli artisti, tormentati e solitari perché animati dal soffio della genialità – il Caffè

Domenica su IlCaffe Settimanale ho raccontato la storia di alcuni…

Type your search keyword, and press enter to search