Menu & Search

Bento – il Caffè

9 Settembre 2012

Quando un popolo ha l’origami nel dna. I cittadini del Sol Levante per andare al lavoro escono all’aurora. E vanno via col bento. Il cestino che contiene la razione kappa dell’esercito di lavoratori giapponesi. Una serie infinita di bocconcini di ogni forma e colore meticolosamente allineati. Tipico di un popolo che l’origami ce l’ha nel dna. Cubetti di salmone, palline di pollo, rombi di tofu, quadratini di pesce, cilindretti di carota, parallelepipedi di riso. Il tutto circondato dall’immancabile fascetta di alga nera. Vassoietti, cestini, ciotoline, bastoncini. Un mangiare fatto di diminutivi per una cultura che si nutre di geometrie, simmetrie, armonie. E soprattutto combatte un’eterna battaglia per tenere sotto controllo istinti, passioni, emozioni. Tutto tradotto in rituale. Dall’interminabile cerimonia del tè all’estenuante liturgia del sakè.

Avatar
admin
Related article

In Svizzera domenica si vota: burqa sì o burqa no?

Articolo sulla convivialità per La Lettura del Corriere della Sera

Articolo sulla convivialità per La Lettura del Corriere della Sera

Quest’anno Natale non si è presentato come Dio comanda. Manca…

Gli artisti, tormentati e solitari perché animati dal soffio della genialità – il Caffè

Gli artisti, tormentati e solitari perché animati dal soffio della genialità – il Caffè

Domenica su IlCaffe Settimanale ho raccontato la storia di alcuni…

Type your search keyword, and press enter to search