Menu & Search

Cachi – il Caffè

25 Novembre 2012

La poesia della mela d’oriente. Così buoni eppure così snobbati. Capita spesso ai cuori teneri. E quanto a tenerezza i cachi non sono secondi a nessun frutto. Si sciolgono a tal punto che bisogna raccoglierli col cucchiaino. E pensare che appena presi dall’albero sono duri come il legno. È per questo che in certe parti d’Italia li chiamano legnasanta.

Avatar
admin
Related article
Ottocento anni di umanità oltre il sacro – Il Mattino del 24 dicembre 2023

Ottocento anni di umanità oltre il sacro – Il Mattino del 24 dicembre 2023

Il presepe compie ottocento anni ma non li dimostra. Era…

Il primo presepe ha la culla vuota – La Lettura del Corriere della Sera del 24 dicembre 2023

Il primo presepe ha la culla vuota – La Lettura del Corriere della Sera del 24 dicembre 2023

Pace! È il messaggio che San Francesco trasmette al mondo.…

Quella serata a Capri cantando in napoletano. Il mio ricordo di Marc Augé su il Mattino del 25 luglio 2023

Marc Augé aveva Parigi nel cuore e il mondo nella…

Type your search keyword, and press enter to search