Menu & Search

Montone – il Caffè

25 Ottobre 2015

Quella polpa troppo gustosa merita di essere riassaggiata. È il maschiaccio della pecora. Ma c’è chi gli dà persino del caprone e chi del becco. In fondo è un ovino nato comunque sotto il segno dell’ariete. Certo è che il montone deve la sua fama soprattutto alla stazza prodigiosa, alle corna maestose, al vello generoso e alla coda lanosa. I più celebri sono quelli del Capo di Buona Speranza, del Mar Caspio e quelli di Astrakan, che hanno riscaldato generazioni di persone con cappotti e maglioni pesanti come zavorre, prima di essere esodati dal leggerissimo e recentissimo piumino d’oca. 

Avatar
admin
Related article
Ottocento anni di umanità oltre il sacro – Il Mattino del 24 dicembre 2023

Ottocento anni di umanità oltre il sacro – Il Mattino del 24 dicembre 2023

Il presepe compie ottocento anni ma non li dimostra. Era…

Il primo presepe ha la culla vuota – La Lettura del Corriere della Sera del 24 dicembre 2023

Il primo presepe ha la culla vuota – La Lettura del Corriere della Sera del 24 dicembre 2023

Pace! È il messaggio che San Francesco trasmette al mondo.…

Quella serata a Capri cantando in napoletano. Il mio ricordo di Marc Augé su il Mattino del 25 luglio 2023

Marc Augé aveva Parigi nel cuore e il mondo nella…

Type your search keyword, and press enter to search