Menu & Search

Cuochi pensatori – il Caffè

27 Novembre 2016

article2_1_largeBasta cuochi fatui ai fornelli, in cucina servono più filosofi. La civiltà della tavola non è data una volta per tutte, ma ha bisogno di essere alimentata costantemente. E per farlo non basta tornare ai sontuosi ricettari del Rinascimento o ai nostalgici quadernetti della nonna. È necessario elaborare una filosofia, forte del passato e al passo con i tempi. Ecco perché non servono cuochi fatui, ma cuochi pensatori. Come Fabio Picchi, il patron del ristorante il Cibrèo di Firenze, che nel suo nuovo libro Papale Papale, ricette che salvano l’anima (Giunti Editore) elabora idee, riflessioni e poesie. Alla ricerca di quella che lo psicanalista Carl Gustav Jung chiamava sincronicità dei possibili. Cioè quegli avvenimenti e quegli incontri, solo apparentemente casuali, che rendono un’esistenza speciale. E la storia di un cuoco istrionico come Picchi è zippata d’incontri straordinari che alimentano la sua fame di vita.  

Avatar
Elisabetta Moro
Related article
“Lucerne”, geometrie dal passato: la tradizione si trasforma in Mito – il Mattino del 3 agosto 2022

“Lucerne”, geometrie dal passato: la tradizione si trasforma in Mito – il Mattino del 3 agosto 2022

La luce tremolante delle lucerne illumina la notte del Casamale.…

Il Giglio ora balla a Brooklyn. La tradizione diventa digitale – il Mattino del 12 luglio 2022

Il Giglio ora balla a Brooklyn. La tradizione diventa digitale – il Mattino del 12 luglio 2022

Quest’anno, la festa dei Gigli di Nola è iniziata come…

L’Ucraina reclama la zuppa rossa – il Mattino del 16 giugno 2022

La guerra tra Ucraina e Russia si combatte anche a…

Type your search keyword, and press enter to search