Menu & Search

Estate – il Caffè

23 Giugno 2013

Tempo d’estate e la vita si fa facile. I pesci saltano e il cotone cresce alto. Non è l’ennesima canzone da spiaggia, ma l’immortale “Summertime” di George Gershwin. Una nenia ondivaga che in origine serviva ad addormentare i bambini, ma che il grande compositore ha trasformato nel sogno di una notte di mezza estate dell’America del Novecento. Cantata e ricantata da mostri sacri come Billie Holiday e Ella Fitzgerald, Paul McCartney e i Doors, Frank Sinatra e Marilyn Manson. Evidentemente l’estate mette tutti d’accordo. Conformisti e anticonformisti. 

Avatar
admin
Related article
Ottocento anni di umanità oltre il sacro – Il Mattino del 24 dicembre 2023

Ottocento anni di umanità oltre il sacro – Il Mattino del 24 dicembre 2023

Il presepe compie ottocento anni ma non li dimostra. Era…

Il primo presepe ha la culla vuota – La Lettura del Corriere della Sera del 24 dicembre 2023

Il primo presepe ha la culla vuota – La Lettura del Corriere della Sera del 24 dicembre 2023

Pace! È il messaggio che San Francesco trasmette al mondo.…

Quella serata a Capri cantando in napoletano. Il mio ricordo di Marc Augé su il Mattino del 25 luglio 2023

Marc Augé aveva Parigi nel cuore e il mondo nella…

Type your search keyword, and press enter to search