Menu & Search

L’altra Expo – il Caffè

3 Maggio 2015

 Storie di cibo. Non più esposti da altri, ma espositori di se stessi. È la riscossa dei Paesi poveri presenti all’Expo come protagonisti. Non semplicemente quali produttori di generi esotici come caffè, cacao, tè, vaniglia, cannella, spezie, zucchero. Che non a caso un tempo si chiamavano “coloniali”. Con un aggettivo trasformato in sostantivo, in un marchio di dipendenza. Adesso invece quei Paesi si autoproducono e non sono più una dépendance di altre nazioni. 

Avatar
admin
Related article
“Lucerne”, geometrie dal passato: la tradizione si trasforma in Mito – il Mattino del 3 agosto 2022

“Lucerne”, geometrie dal passato: la tradizione si trasforma in Mito – il Mattino del 3 agosto 2022

La luce tremolante delle lucerne illumina la notte del Casamale.…

Il Giglio ora balla a Brooklyn. La tradizione diventa digitale – il Mattino del 12 luglio 2022

Il Giglio ora balla a Brooklyn. La tradizione diventa digitale – il Mattino del 12 luglio 2022

Quest’anno, la festa dei Gigli di Nola è iniziata come…

L’Ucraina reclama la zuppa rossa – il Mattino del 16 giugno 2022

La guerra tra Ucraina e Russia si combatte anche a…

Type your search keyword, and press enter to search